Formattare USB in exFat o FAT32 per usare la chiavetta su Mac e PC

0
941

Formattare una chiavetta USB è un’operazione semplice, che richiede però una certa attenzione nel caso in cui si prevede di utilizzare il drive portatile su un PC ed anche su un Mac o un computer Linux.
Il problema è la scelta del file system, che sarebbe il formato di formattazione, che è diverso a seconda del computer usato, sia esso un PC Windows o un Mac.
Quello del file system è proprio una complicazione inutile dell’informatica, che non è previsto verrà risolto a breve e con cui bisogna fare i conti nel caso si utilizzino computer di diverso tipo, con sistemi operativi diversi.

In particolare, se si vuol formattare una chiavetta USB o un disco esterno per funzionare solo su computer Apple Mac, si deve utilizzare il file system HFS+ (Mac OS Esteso) che su PC Windows ed altri computer non funziona.
Se invece si utilizza un PC Windows è possibile scegliere se formattare in Fat32 che su Mac funziona anche se non perfettamente o NTFS, che non si può usare su Mac (funziona solo in lettura).
Per fortuna c’è un file system che è compatibile con tutti i sistemi, chiamato exFat, che diventa quindi la scelta predefinita con cui formattare unità USB, sia chiavette che dischi esterni, per poterlo usare sia su PC che Mac.

FAT32 e exFAT sono i migliori file system con cui formattare dischi e unità USB perchè possono funzionare con tutti i sistemi operativi per impostazione predefinita.
FAT è un acronimo che sta per File Allocation Table, è il più antico dei file system, ed è riconosciuto da ogni sistema operativo.
exFAT è il file system realizzato proprio per drive USB e dischi esterni.

Le differenze tra Fat32 ed exFat sono legate alla velocità, alla compatibilità ed alle capacità o limitazioni.
Prima di tutto, su un drive o una memoria formattata in FAT32, non si possono copiare file più grossi di 4 GB mentre per exFat questa limitazione non c’è.
Fat32 funziona su tutti i i computer, anche se per il Mac non è ottimale.
exFat, invece, funziona su quasi tutto, ma potrebbe dare problemi su lettori mp3 o dispositivi Android e non è, quindi, il file system da utilizzare per le schede di memoria SD.
In generale, le unità exFat sono più veloci nella scrittura e nella lettura di dati rispetto le unità FAT32.
exFAT, quindi, è la scelta migliore, se l’intenzione è di utilizzare un drive portatile con file di grandi dimensioni (come film in HD o progetti 3D) e se deve essere collegato a computer con diversi sistemi operativi.

Per formattare drive USB con formato exFAT o FAT32 da un PC Windows, seguire questa semplice procedura:
Aprire Questo PC in Esplora file (ossia aprire una cartella qualsiasi e poi andare in Questo PC)
Premere col tasto destro del mouse sul drive USB e scegliere Formatta dal menu.
Alla voce FileSystem, si può lasciare Fat32 oppure scegliere exFat.
Premere su Formatta, anche lasciando la formattazione veloce.

Per formattare una chiavetta USB o disco esterno su Mac la procedura è:
Aprire Spotlight (premere insieme i tasti Comando + Spazio o andare sul Finder al menù Vai) ed eseguire l’Utility Disco.
Scegliere l’unità USB nel menu a sinistra.
Cliccare su Inizializza e scegliere exFAT nel formato.

Tenere presente comunque che, mentre exFAT è un’ottima scelta per usare la stessa chiavetta o disco esterno sia su Mac che su Windows, se si prevedere di usare solo computer Windows la scelta migliore resta sempre il formato NTFS.