windows 7 tutte le modifiche apportate dettagliatamente

409
349

Microsoft ha rivelato una lista di ben 36 modifiche, ottimizzazioni e fix che saranno offerti nell’imminente Release Candidate di Windows 7, il nuovo sistema operativo del colosso che succederà a Vista. molte modifiche “under the hood” (bug fix, correzioni di compatibilità, miglioramenti in performance e altri) saranno offerte nella RC di Windows 7, ma in questo elenco Microsoft si focalizza sul lavoro svolto dai tre team di sviluppo: Core User Experience, Find & Organize e Devices & Media.negli scorsi 2 mesi circa nel valutare tutto il feedback ricevuto su Windows 7. Non dovrebbe sorprendere che la Release Candidate di Windows 7 includerà un bel po’ di modifiche, molte più nascoste, per così dire, ma molte altre ben visibili. Alcuni ci hanno chiesto: se il featureset è ‘congelato’ allora cosa cambierete? – cambiamo molte cose nella Beta in base al feedback e tentiamo di farlo in modo sistematico concentrandoci sull’obiettivo della release. L’obiettivo di avere un Beta totalmente funzionante era quello di assicuraci di ricevere feedback attendibile e non un gran numero di segnalazioni del tipo : ‘ehi questo non funziona proprio’. Questo ci ha permesso di concentrarci realmente sull’offerta di una RC ottimizzata che include modifiche fatte di riflesso al feedback ricevuto”.

Esperienza Desktop

1. Windows Flip (ALT + TAB) con Aero Peek. In Windows 7 l’aspetto e il comportamento delle anteprime è uguale a quello delle anteprime della taskbar quando si passa il mouse su di esse. Windows 7 RC introduce il supporto per “Aero Peek” nelle anteprime. È sempre possibile ciclare e flippare tra le finestre in esecuzione con i tasti ALT+TAB, ma quando sono necessarie più informazioni sulla finestra apparirà Aero Peek. Questo viene attivato dopo una pausa nell’uso della tastiera.

2. Scorciatoia Windows Logo + #. In Windows 7, alla luce della fusione della funzione Avvio Veloce con il taskband, la scorciatoia Win + # (dove # corrisponde al numero ordinato dei programmi sulla taskbar) è in grado di lanciare un programma ed anche di passare ad esso. Se un programma sta eseguendo una sola finestra la scorciatoia da tastiera passerà a quel programma; se un programma sta eseguendo diverse finestre o schede, premendo ripetutamente il tasto # (numero del programma) e tenendo premuto il tasto Win permetterà di ciclare tra gli elementi aperti nel programma relativo (con Aero Peek), rilasciando si passerà alla finestra corrispondente. Si pensi ad un funzionalità scorciatoia ALT +TAB “per-programma” sui primi 10 elementi della taskbar. Un nuova istanza di un programma è richiamabile con SHIFT + Win + #. Una Jump List può essere raggiunta con ALT+ Win + #. Infine è possibile tornare all’ultima finestra attiva di un programma con CTRL+ Win + # (funziona anche tenendo premuto CTRL e cliccando su un pulsante della taskbar).

3. Needy State. Windows 7 RC includerà tre modifiche per migliorare l’esperienza dell’utente in uno scenario in cui una finestra richiede attenzione sullo sfondo. Modificherà la curva animata lampeggiante per renderla più evidente (da un onda sinusoidale ad una a dente di sega). Utilizzerà un colore più scuro arancione. Aumenterà a 7 il numero di flash del pulsante del programma (dai 3 della Beta).

4. Taskbar “Open With”. L’Avvio veloce ha sempre supportato la capacità di trascinare un file su un programma pinned per aprire l’elemento con quel programma. La nuova taskbar di Windows 7 tratta sempre un rilascio come un comando di pinning e quindi i file saranno fissati sulla taskbar sotto la loro rispettiva Jump List del programma relativo che a suo volta sarà fissato nella taskbar. Alla luce della necessità di dover aprire un certo tipo di file con un altro programma, Windows 7 integra funzionalità drag/drop “Open With” sulla taskbar con un modificatore da tastiera. È sufficiente tenere premuto il tasto SHIFT e rilasciare il file sul programma desiderato.

5. Ridimensionamento Taskbar. Windows 7 RC è stato modificato per ottimizzare lo spazio sulla taskbar disponibile per il pinning dei programmi più utilizzati. Le modifiche permettono di inserire un numero maggiore (dal 24 al 39% in base a risoluzione utilizzata e dimensioni delle icone) di icone prima che la taskbar mostri lo scorrimento.

6. Ancoraggio delle anteprime taskbar. In Windows 7 passando il mouse o cliccando su un pulsante della taskbar permette di visualizzare tutte le finestre in esecuzione per quel programma. Nella Beta tuttavia non era possibile sapere in modo visuale quale applicazione avesse aperto il gruppo di anteprime. La RC integra un aggiornamento visuale che preserva l’effetto colore hot-track sul pulante del programma quando si sta passando sul mouse su una sua anteprima.

7. Nuovi programmi installati. Nella Windows 7 RC quando un programma viene installato è automaticamente e temporaneamente mostrato nella parte bassa del Menu Start. L’utente può facilmente trovare la nuova aggiunta, lanciare il programma direttamente o trascinarlo nella taskbar per facilitare l’accesso futuro.

8. Lunghezza Jump List. Le Jump List offrono uno strumento utile per passare rapidamente a file, cartelle, link e attività, a cui si accede comunemente. Risulta tuttavia difficile spostarsi su questi elenchi quando troppo lunghi. La RC di Windows 7 è stata aggiornata per fare in modo che solo un massimo di 10 elementi possano essere suggeriti automaticamente (non si applica ad attività o elementi pinned). È tuttavia presente una impostazione dedicata per personalizzare la lunghezza dell’elenco.

9. Incrementata flessibilità del pinning con Jump List. Nella Beta ogni elemento può essere fissato esclusivamente nella Jump List del programma registrato per gestire quel determinato tipo file. La RC permette di fissare elementi in una Jump List che non appartiene al programma registrato per quel tipo file. Inoltre il pinning di un elemento normalmente crea una nuova registrazione quindi lanciando l’elemento dalla Jump List sarà aperto sempre il programma specifico di appartenenza della Jump List.

10. Opzioni di visualizzazione di icone Desktop e gadget. Windows 7 semplifica enormemente gestione, visualizzazione e accesso dei gadget integrandoli direttamente sul desktop. Nella Beta era impossibile separare le icone desktop dai gadget nelle impostazioni di visualizzazione disponibile via right-click sul desktop. La RC include una modifica per permettere il controllo indipendente di questi elementi.

Touch

11. Aero Peek per touch. Windows 7 RC include due miglioramenti per l’esperienza Aero Peek con input touch: le anteprime taskbar supportano ora il tocco per permettere il trascinamento delle dite sulla UI e l’attivazione di Aero Peek; il pulsante Mostra Desktop è stato migliorato in modo da permettere, tenendolo premuto,di visualizzare il desktop. Un singolo “tap” in entrambi gli scenari si tradurrà in uno switch.

12. Tastiera a tocco Multi-touch. Windows 7 RC supporta il multi-touch per la Touch Keyboard

13. Multi-touch right-click. Nella Beta per richiamare un menu contestuale era necessario eseguire un “tap and hold”; questo approccio costringeva ad un certo delay. Nella RC è sufficiente toccare un oggetto con un dito ed utilizzare un altro dito per toccare e richiamare un menu contestuale.

14. Drag/Drop e selezione. In Windows 7 Beta non esiste un modo per selezionare il testo in una sito web con scorrimento sia orizzontale sia verticale. La RC permette di eseguire drag/drop e selezione di oggetti con il tocco, anche in pagine che scorrono. Il comportamento è ottimizzato per due azioni più comuni: scroll up/down e drag left/right.

Networking

15. Feedback su accesso ad Internet. In Windows 7 la nuova esperienza di rete nell’area di notifica della taskbar facilita connessione e ricerca di reti. Nella RC Microsoft ha rimosso le indicazioni per alcuni scenari avanzati ed ha introdotto una nuova icona in overlay che mostra quando si utilizza una connessione locale senza accesso ad internet.

Pannello di Controllo

16. User Account Control. Windows 7 RC include le modifiche al pannello di controllo UAC, descritte in una news precedente e sul blog E7.

17. Lock di una macchina senza screensaver. Non è raro per gli amministratori IT voler bloccare automaticamente le macchine aziendali dopo un certo periodo di tempo. Nella Beta, per abilitare questa funzionalità era necessario che fosse impostato uno screensaver. La RC rimuove questo requisito.

18. Accesso più rapido al profilo energetico High Performance. In Windows 7 Beta cliccando sull’icona della batteria nell’area di notifica della taskbar vengono offerti due piani energetici differenti: Balanced e Power saver. La RC mostra anche High Performance come ultima voce di menu, se abilitato nel pannello di controllo di risparmio energetico.

19. Miglioramenti per i temi personalizzati. Windows 7 introduce un alto livello di personalizzazione per i temi del desktop. La RC introduce un testo descrittivo sotto ciascun tema per aiutare identificazione e mostrare lo stato del tema. La stringa “Unsaved Theme” si affianca perfettamente al comando “Save theme”.

Windows Media Player

20. Migliorata riproduzione delle Internet Radio. Windows 7 RC include miglioramenti in Windows Media Player che rendono la riproduzione in streaming più affidabile ed elastica (anche alla luce della sempre maggiore popolarità delle radio Internet).

21. Migliorato supporto di playback per i contenuti video delle videocamere digitali. Windows7 RC include in Windows Media Player supporto nativo per i file .MOV utilizzati per la cattura video in numerose videocamere digitali.

22. Visuale Now Playing più chiara. In Windows 7 RC la visuale “Now Playing” è stata ancor più alleggerita e compattata.

23. Filtro dei contenuti che non possono essere riprodotti. Nella Beta di Windows 7 a volte venivano mostrati nella visuale libreria di Media Player contenuti che non potevano essere riprodotti, come.M4A o .H263 MPEG-4 . Nella RC, questi contenuti non vengono più mostrati in modo da creare migliore aspettativa su ciò che è supportato dal lettore.

24. Ripristino da Sospensione. Nella Beta di Windows 7 non era possibile ripristinare la riproduzione di contenuti da CD e DVD dopo essere andati in modalità Sospensione. La RC corregge questa problematica.

25. Quieting Windows Media Player sync relationships. Con la RC, Windows 7 non interrompe più l’esecuzione del lettore quando viene inserito un lettore portatile o drive USB per richiedere l’impostazione di una relazione di sincronizzazione con il nuovo dispositivo.

26. Accesso più semplice alle impostazioni avanzate. Windows 7 RC rende più facile accedere alle impostazioni e ottimizzarle per la propria esperienza. Equalizzatore, velocità di riproduzione, SRS WOW ed altre opzioni sono ora mostrate nel menu contestuale Now Playing sotto Enhancements.

27. Miglioramento Jump. La Jump List di Media Player offre accesso rapido ai contenuti più utilizzati dall’utente. Nella RC questo elenco diventa ancor più potente e completo con l’inclusione degli elementi lanciati da Explorer.

Device Stage

28. Arricchimento dell’ecosistema Device Stage. Microsoft ha lavorato con IHV e OEM partner per estendere il supporto di Device Stage a più dispositivi. Il colosso ha lavorato per migliorare l’integrazione con Device Stage cosa che si è tradotta in maggiore supporto di dispositivi nella RC.

Sound UX

29. Miglioramento dell’esperienza delle cuffie. Nella Beta di Windows 7 gli utenti incontravano a volte difficoltà nel passaggio degli stream audio dalle casse predefinite alle cuffie. Microsoft ha corretto questo comportamento nella RC modificando l’algoritmo utilizzato per rilevare nuovo hardware e rendendolo più affidabile.

30. Migliorata affidabilità audio. Windows 7 RC rafforza il test Windows Logo per meglio assicurare che installazioni pulite offrano funzionalità di base per casse e microfoni. Windows Update sarà arricchito continuamente con nuovi driver necessari.

Windows Explorer e Librerie

31. Migliorato header. In Windows 7 le Librerie offrono un modo conveniente per aggregare file in un’unica visuale indipendentemente dalla loro posizione su disco. L’intestazione delle librerie nella Beta mostra solo una stringa statica che informa su quante location sono rappresentate come parte della libreria. La RC introduce una nuova intestazione che si aggiorna per svelare le sottocartelle durante la navigazione in una libreria. Inoltre le visualizzazioni “Arrange by” sono più evidenti in alto a destra, accanto a tutti gli altri controlli di visualizzazione e ricerca.

32. Confusione ridotta con drag/drop. Windows 7 RC rimuove la capacità di eseguire il drag/drop di una cartella nel nodo Librerie della finestra di Explorer. Questo poteva causare l’eliminazione accidentale delle cartelle originali. È sempre possibile creare una nuova libreria utilizzando i comandi “New Library” o “Include in Library” nella barra comandi di Explorer.

33. Ripristino dei punti di partenza classici. In Windows 7 Beta la scorciatoia Win+E apre una finestra di esplora risorse al percorso “Librerie”. La RC ripristina il comportamento di Vista e quindi la scorciatoia lancerà la location “Computer” in Explorer. Microsoft ha anche modificato il link in Start -> Username come su Vista.

34. Supporto FAT32. Windows 7 Beta non supportava i dischi rigidi FAT32 nelle librerie. La RC supporta ora dischi non rimovibili FAT32 e NTFS.

35. Potenziamenti nelle visuali di disposizione. Windows 7 RC semplifica il passaggio tra visuali di disposizione permettendo di farlo direttamente dal menu contestuale di visualizzazione, strumento familiare per la modifica di modalità di visuale, ordinamento e raggruppamento. Inoltre le visuali specifiche di disposizione sono state potenziate. Le visuali “Month” e “Day” nella libreria Pictures raggruppano video e immagini della stessa data (precedentemente i video erano separati in un altro gruppo). Le visuali “Artist” e “Genre” nella libreria Musica mostrano ora le anteprime fino a tre album unici per artista o genere invece di uno solo della Beta. La libreria Video include ora la visuale “Lenght” che permette di ordinare i clip filmati per lunghezza. Infine la modifica del raggruppamento della visuale Cartella in una libreria viene ora ricordata come qualsiasi altra personalizzazione di visualizzazione.

Performance

36. Miglioramento delle performance tramite i dati. Microsoft ha integrato nella Windows 7 RC numerosi miglioramenti in performance derivati dall’utilizzo di strumenti di telemetria sull’utilizzo reale del sistema operativo da parte dei tester. Per esempio l’apertura del Menu Start nella Beta richiedeva nell’85% dei casi il tempo target tra 50 e 100ms, nella RC questo valore è stato portato sul 92%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here